Perché vuoi imitare posture sbagliate?

Perla Nera, per la Miseria!
Perla Nera, per la Miseria!

Sostenere lezioni di canto, ai giorni d’oggi, è un’impresa sempre più complicata. I modelli canori sono davvero tanti e chi non s’intende di canto e tecnica vocale, non comprende come si debba cantare. Perché vuoi imitare posture sbagliate?

Quindi si cerca di imitare i modelli in circolazione che sono quasi sempre negativi.

Posizione corretta

Mantenere una postura corretta è necessaria per l’emissione del suono. L’aria deve fluire nel migliore dei modi.

Il suono della voce sarà migliore mantenendo una postura corretta, sia quando stai seduto sia quando stai in piedi. Prova a cancellare le posture sbagliate.

Partendo dalla testa, attraverso la schiena fino a tenere i piedi ben piantati per terra, ad una distanza l’uno dall’altro equivalente alla larghezza delle spalle.

Bilancia il peso equamente su entrambe le gambe. Tieni la testa alta e le spalle all’indietro. Ogni parte del tuo corpo dovrebbe essere sulla stessa linea.

Molti chiedono di cantare da seduti, posizione relativamente difficile. Se stai seduto, segui le stesse indicazioni ma tieni la schiena lontana dalla sedia, sedendoti verso il bordo.

Molti cercano di assumere posture sbagliate e assurde anche con le labbra, mandibola e lingua. Gli allievi sono persone mosse da passione ma non mettono a frutto la passione con la tecnica.

Concludendo

Io non obbligo nessuno a cantare o fare ciò che consiglio. Resta il fatto che se ascolti e metti in pratica come ti dico canterai in salute e riuscirai a migliorare. Altrimenti corri il rischio di rimanere al punto di partenza.
E’ molto importante non voler imitare sia vocalmente che fisicamente. Ognuno ha una voce unica. Imitare altri significa atteggiarsi e cantare male. Soprattutto non riuscire a trovare te stesso e il genere per il quale sei più adatto!

Quando un docente ti ripete all’infinito di mantenere la postura è perché vede in voi qualcosa di buono, un potenziale su cui costruire.

Non siate scocciati per quello, anzi ritieniti fortunato!

Insegui scorciatoie per il successo?

Insegui scorciatoie per il successo?

La critica nasce solo in coloro che non sono sordi e hanno udito per capire la differenza tra mediocrità e bravura. Cantare non è prendere il microfono e scimmiottare l’idolo di turno. Cantare è esibirsi a teatro, sul palco per cantare LIVE per ore.

Nulla è improvvisato, tutto avviene con lo studio, l’esercizio, la tecnica, la costanza, le rinunce, i sacrifici.

Sanremo 2017 – Cosa resterà di questo Festival?

Festival di Sanremo 2017

Il Festival è finito, ora possiamo cantare la canzone che ci piace? Cosa resterà di questo Festival di Sanremo 2017?

Di Festival ne ho seguiti tanti, sia all’estero che in Italia. Seguivo le polemiche, gli scandali e scontri. Quest’anno tra il piattume diffuso della kermesse, nulla è riuscito a vivacizzare uno show durato cinque lunghe serate.

Dovrebbero parlare le canzoni, le trenta canzoni tra Big e nuove proposte, ma cosa è rimasto di queste canzonette? Cosa ha davvero segnato in bene o in male?

Siamo passati da canzoni rivolte ad un pubblico attempato, nostalgico e mummificato di Baudo ad una manifestazione di ragazzini, idoli di adolescenti che seguono ed applaudono il loro talento.

Read more

La tecnica non s’improvvisa

La tecnica non s'improvvisa!

Gli urletti senza arte, il surmenage vocale e il malmenage prolungato, le note gravi assenti nei live, il respiro mal gestito e l’incapacità totale di interpretare un testo non sono disciplina canora. La tecnica vocale non s’improvvisa!

Sforzi di qualsiasi genere in qualsiasi parte del corpo finiscono tutte a ripercuotersi sulla fonazione.

Di conseguenza, uscirà meno voce di nessuna qualità e quindi di nessuna utilità.

Quali requisiti deve possedere un cantante?

Quali requisiti deve avere un cantante?
Perla Nera, per la Miseria!
Perla Nera, per la Miseria!

Cantare non è questione di eseguire dei suoni e delle note. Quali requisiti deve possedere un cantante? E’ questione di intenzione artistica, di qualità, di tecnica, di colore, di personalità, di intonazione, di equilibrio e di molto altro ancora. Un conto è pensare di eseguire delle note e dei suoni, un conto è come si eseguono quei suoni.

E’ proprio questo dettaglio che fa la differenza!

Il bravo cantante è dotato di un insieme di requisiti e non solo dalla voce. C’è bisogno di tecnica, interpretazione,  musicalità, artisticità e soprattutto essere dotati di un buon cervello!

Read more