Spegni il telefonino ai concerti!

Spegni il telefono ai concerti

Ormai da qualche anno si è diffusa la nefasta pratica di riprendere parte dei concerti con, quando va bene, il telefonino. Quando va male, con oggetti ancora più ingombranti che impediscono e disturbano il godimento del live da parte del pubblico. Spegni il telefonino ai concerti!

Questa pratica mi infastidisce perché toglie tutta la bellezza del racconto orale. Credo nella narrazione, nella capacità di descrivere ai propri amici il vissuto, di raccontare l’evento appena colto alla famiglia e alle persone coinvolte o meno.

Read more

Impara A Scegliere Il Tuo Docente!

Impara a scegliere il tuo docente!

Ci sono docenti teorici incapaci a trasmettere a livello didattico e insegnanti di canto laureati in tutto tranne musica e didattica, ve lo dico: siamo messi molto male.

E’ pieno di gente sprovvista di ogni capacità, uscente da sedicenti scuole, conservatori o con titoli comprati o mendaci, come lauree mai date, studi interrotti e fatti figurare come conseguiti.

Molti insegnano ad alunni, spesso minorenni rovinando voci e salute. La totale pienezza di ignoranti adulatori, convinti di aver a che fare con il docente perfetto.

Read more

Quando l’educazione musicale fa la differenza

musico-terapia

L’educazione musicale ha sempre ottenuto consensi per avere poteri terapeutici e di guarigione. Quando l’educazione musicale fa la differenza.

Ci sono testimonianze nei testi biblici, come per esempio nei libri dei Re. Posso elencare un episodio, quando il giovane David riusciva a placare l’ira del re Saul.

Nell’ambito medico, invece, Ippocrate proponeva la musica per i pazienti con disturbi mentali. Persino l’uso della musica nella medicina moderna si sviluppa nella convalescenza di soldati negli ospedali dell’esercito durante le guerre mondiali.

La storia è piena di prove sulla capacità della musica nel calmare la mente e trasformare la vita. Quando la musica fa la differenza!

Read more

Quanta passione c’è nell’artista?

Quanta passione c'è nell'artista?
Perla Bianca, per la Gloria
Perla Bianca, per la Gloria

Per noi artisti il sogno non è mai irrealizzabile. Ma quanta passione c’è nell’artista? Tutti noi ci esponiamo emotivamente e fisicamente, rischiando piogge di critiche e giudizi.

Siamo disposti a spendere la vita intera ad un solo momento, a quella melodia, a quel testo, a quelle armonie, a quel dipinto o a quell’interpretazione che toccherà l’anima del pubblico.

ASPETTI ARTISTICI

Pur essendo la patria della canzone leggera e melodica, l’Italia musicale ha sempre avuto molti problemi con la parola pop.
Anche le grandi star hanno sempre cercato di evitare di essere catalogate da questo marchio a fuoco da temere.
Oltre agli aspetti di natura artistica, il pop versione 2017 ha dalla sua anche una caratteristica sociale non indifferente: l’aggregazione.

Bisogna sapere stravolgere i canoni della canzone italiana con armonie, sempre sospese tra mito e realtà. Sfidare gli arroganti di ogni tempo con il linguaggio sferzante dell’ironia. Senza mai cedere alle “leggi del branco”.

LA CATEGORIA ARTISTICA

Cantanti e musicisti in particolare, sono persone che assaporano l’essenza della vita. Quando emerge il loro spirito creativo, riescono a toccare il cuore di qualcun altro.
In quell’istante si avvicinano alla perfezione essendo consapevoli che dedicarsi totalmente alla propria passione vale più di mille vite intere.