• 104
    Shares
Quando Cantare E’ Un Bluff! Gli Stonati Affascinano?
4.9 (98.57%) 14 votes

Viviamo nell’epoca del nulla non solo in campo musicale, ma anche in altri ambiti. Come questa che stiamo vivendo. Molti cantanti rappresentano il massimo a cui possono aspirare. Hai mai assistito a un concerto o a un live di cantanti stonati?

La mia esperienza a contatto con cantanti e cantautori mi ha fatto sentire da vicino come non pochi in Italia siano veramente stonati. Un fenomeno molto meno diffuso all’estero.

Ma noi, si sa, siamo un paese di tuttologi.

Nella musica molti autori italiani non resistono alla tentazione di fare anche gli interpreti dei brani che scrivono. Certo, la tecnologia aiuta moltissimo e facciamo veri e propri miracoli già da molto tempo in sala di incisione.

Si riesce facilmente a far diventare tutti intonati.

Da qualche anno anche dal vivo ci sono sistemi che aggiustano l’intonazione della voce con precisione selezionabile (tono, mezzo tono, quarto di tono,…) anche se i risultati non sono sempre risolutivi.

Steccano, sono calanti, vanno fuori tempo, strillano e, alcuni, sono tra i più famosi in Italia.

Ecco i cantanti senza tecnica ma con altre qualità. Quando va bene.



Quando Cantare E’ Un Bluff! Gli Stonati Affascinano?
4.9 (98.57%) 14 votes

Battisti diceva “quel che conta non è la bella voce ma la capacità di trasmettere emozioni”.

Vero caro Lucio, ma è altrettanto innegabile che gente come lui, in grado di potersi permettere di tralasciare almeno in parte la tecnica vocale puntando tutto sull’emotività, nasce raramente.

Molte popstar contemporanee oltretutto palesano sul palco limiti evidenti, spesso camuffati da efficaci coriste e talvolta giustificati dal fatto che sono troppo impegnate ad eseguire passi di danza.

Anche alcune rockstar di fama internazionale non sono certo esenti da critiche.

Non voglio lapidare nessuno, solamente offrire in ordine sparso, alcuni nomi di protagonisti che non brillano certo per intonazione.

Leggi Anche:  Andiamo A Comandare - Una Canzone Che Fa Sprofondare!

Partiamo da un concetto: possono piacere i cantanti vocalmente perfetti o si possono preferire gli artisti che vedremo.

Anche perchè le voci sgrammaticate spesso sono intense ed espressive, basti pensare a Tom Waits, Leonard Cohen e Shane MacGowan. Giudicate voi nell’ascoltare qualche live di alcuni artisti:

Jovanotti

Lorenzo Cherubini è una cosa incredibile, non potrebbe cantare nemmeno nel coro parrocchiale, è stonatissimo a livelli disarmanti anche dopo 20 anni di carriera.

Il suo cantare rappato calante è un marchio di fabbrica, ma oggettivamente ha davvero una capacità vocale limitatissima.

Non cercare di difenderlo ad oltranza.

Ascoltati dal min 8.16 la versione live acustica di “tutto l’amore che ho” per una radio di Seattle, poi ne riparliamo.

Max Pezzali

Indiscutibile, forse, da un punto di vista autoriale, indifendibile da quello vocale.

Max negli anni 90 ha cambiato senza dubbio la musica italiana, ma non ha risolto la sua intonazione.

Dotato di un bel timbro è però quasi sempre calante. Ascoltalo in una versione bella ma stonata di “Il Comportamento”, live per la Fondazione Gaber.

 

Laura Pausini

Ti faccio sentire il prodigio della sua voce, così potrai giudicare da te.

Cosa te ne pare?

Hai le orecchie per giudicare oppure ti sono state riempite di piombo fuso?

Non senti che quando inizia a cantare “la prende” troppo bassa, che quasi non rientra e che fa fatica con la quadratura?

Su Youtube ce ne sono tantissime di esibizioni dal vivo della Pausini. Sono una peggio dell’altra.

E quando non ci arriva con la voce (note prese troppo basse) usa uno dei più vecchi trucchi del mestiere, cioè strilla.

La gente, ormai disabituata del tutto al bel canto, crede che quello che sta facendo lei significhi cantare bene e prende per buono “quell’incredibile prodigio”.

Leggi Anche:  Quando la musica diffonde i suoi poteri magici

Alex Britti

Un po’ meno stonato di Jovanotti e Pezzali ma sempre un po’ afono.

Compensa col tocco di chitarra magistrale, ma la voce quella è.

A Sanremo, con il brano “Sono Contento”, fece davvero una figura terribile. Vedere dal min 2.32.

Giusy Ferreri

L’artista, oltre a non essere dotate di intonazione precisa, neanche accompagnata da base per il playback, mette le corde vocali sempre a rischio di emorragia, dato il suo modo innaturale di cantare ingolato e l’assenza di tecnica vocale ovviamente non l’aiuta.

In questo caso, il cortisone ha evitato il peggio.

Un periodo duro in cui chi doveva aiutarla e salvaguardarla ha fatto i suoi interessi.  L’importante è la vendita!

Tricarico

Cantautore con l’aria  ingenua, sognatrice e disarmante. Grandi testi, belle musiche ma le stecche si sprecano. Storica, indimenticabile e struggente a Sanremo la sua “Vita Tranquilla”, ma purtroppo stonata.

Non mancano all’appello tutta quella generazione dei vincitori di talent, mettendo da parte Mengoni, cito Emma Marrone, Alessandra Amoroso, Valerio Scanu, Marco Carta, The Kolors, etc.

Artisti con una buona timbrica vocale, ma senza tecnica, urlatori di piazze che anche in questi tempi può far comodo alle Major.



Quando Cantare E’ Un Bluff! Gli Stonati Affascinano?
4.9 (98.57%) 14 votes

Ovviamente si tratta di mettere le carte in tavola e dichiarare apertamente quali artisti italiani hanno delle grandi difficoltà nel canto, sia dal vivo sia (sembra assurdo con l’auto-tune) in studio.

Sono stata troppo cattiva?

Leggi Anche:  10 Raccomandazioni Per Fare Riposare La Voce

Arrivare prima in classifica, parliamone…

Dopo un lavaggio del cervello di dimensioni ciclopiche come quello che le case discografiche (Major) hanno pianificato per mesi , trasmettendo su tutte le radio, pagando profumatamente i passaggi, è il minimo che possa accadere.

Dai e dai, qualcosa rimane! Poi capire che sforzo essere primo in classifica di questi tempi, ormai se un qualsiasi lettore del blog si stampa un disco e se ne compra 10 mila copie, quella settimana arriva primo anche lui!

Photo by Craig Sunter

 

Isabella Granno'

Aspetta! Non Correre! C'è altro da leggere!

2 pensieri su “Quando Cantare E’ Un Bluff! Gli Stonati Affascinano?

  1. Nel video di Jovanotti la distanza tra le capacità dei musicisti e le sue abilità vocali sono quanto di più stratosferico e sproporzionato si possa immaginare. Immagino l’imbarazzo di chi suonava a sentire cantare in quel modo…

    1. Possiamo tutti immaginare la rottura di scatole dei bravissimi musicisti (tra l’altro Saturnino) che hanno dovuto mettere a disposizione la loro professionalità alla consapevolezza di essere un non cantante…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *