Esci che non ti vedo!
Valuta questo post

Diffido da quelli che tengono sempre l’imballo originale. Esci che non ti vedo!

Sono quelli che non vogliono rischi, che giocano coperti, che vivono al sicuro.

Così come quelli che hanno paura di cercarti, non avranno mai il coraggio di trovarti davvero.

Per me, non c’è nessun futuro per le persone che vivono sulla difensiva: passeranno la loro vita nella paura!

Il giudizio altrui

Il giudizio altrui a volte può pesare come un macigno.

Certo le persone sono sempre ben disposte ad esprimerti la loro opinione (anche se spesso non è richiesta) e a darti consigli su come comportarti.

Ma in che misura gli altri possono sapere cosa è meglio per te?

Quando scegli una strada, quella che ritieni più giusta per te, le opinioni altrui contano poco se non assolutamente niente.

Leggi Anche:  Non Sono Sparita, Mi Ero Solo Nascosta!

Per essere se stessi è importante credere nelle proprie scelte e non lasciare mai la strada intrapresa soltanto per non deludere le persone che ci stanno vicino.

Sii sicuro di te, delle tue capacità e del tuo talento e abbandona tutte le insicurezze che gli altri ti trasmettono.

Sii orgoglioso di ciò che sei e del cammino che stai percorrendo.

Solo questo ti permette di vivere bene senza avere il peso opprimente di cosa gli altri penseranno di te.

Essere originali

In una società in cui la maggior parte delle persone tende ad uniformarsi con la massa, l’originalità è una virtù oramai quasi rara.

Molto spesso essere originali è una questione di coraggio perché significa distinguersi.

Leggi Anche:  Perché tanta sofferenza dietro una delusione?

Significa differenziasi dagli altri e quindi esporsi di più ai loro giudizi.

Sicuramente per te è più facile restare nascosto nella zona di comfort che ti sei costruito intorno e nel quale passi inosservato.

Ma sei sicuro che tutto questo ti rende felice?

Essere originali, inoltre, significa anche essere disposti a correre dei rischi perché le cosiddette “pecore nere” non sempre vengono viste di buon occhio.

Leggi Anche:  In testa un suono cupo che rimbomba desolato 

E’ per questo che si corre il rischio di essere esclusi a causa della propria “diversità”.

Ma è davvero un rischio?

Concludendo

Personalmente ritengo più rischioso reprimere la propria creatività solo per il timore di essere incompresi e mal giudicati.

Se ti guardi intorno, puoi notare che le persone che hanno avuto il coraggio di differenziarsi, sono quelle che nel corso del tempo hanno ottenuto anche più soddisfazioni nella vita.

Sicuramente perché hanno potuto esprimere fino in fondo quel potenziale creativo che molti non ha il coraggio di mostrare.

Isabella Granno'

Aspetta! Non Correre! C'è altro da leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *