• 50
    Shares
Perché la musica da oggi in poi viaggerà solo sui social?
5 (100%) 8 votes

L’esplosione dei social ha portato a capire i grandi cambiamenti e notevoli trasformazioni nella musica e nella comunicazione. Perché la musica da oggi in poi viaggerà solo sui social?

Il rapporto con i fan dopo l’avvento dei social network va capito in questi termini.

Tutti gli artisti hanno trasferito la rappresentazione della propria immagine, del proprio pensiero, dai media tradizionali ai profili Facebook, Twitter, Instagram e così via.

Il cambiamento

Si è passati dall’intervista al tweet o al post, con i media tradizionali a inseguire i social network perché è da quel luogo virtuale che passano le notizie. E’ un cambiamento epocale le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.



Perché la musica da oggi in poi viaggerà solo sui social?
5 (100%) 8 votes

In Italia il caso emblematico è quello, a mio avviso, di Gianni Morandi. Il cantante ha creato un profilo su Facebook a ottobre 2012 che attualmente viaggia sui circa 2 milioni e 300 mila “Mi piace”.

Il cantante non posta solo aggiornamenti legati al suo lavoro o frivolezze, ma scrive anche di temi d’attualità a volte scatenando dei veri e propri dibattiti politici.

Leggi Anche:  10 Raccomandazioni Per Fare Riposare La Voce

Un altro esempio di artista, questa volta internazionale, che ha un grande successo sui social media è Katy Perry. E’ la più seguita in assoluto nel mondo. Ha quasi 87 milioni di follower, decisamente più di Obama e del Papa.

La rivoluzione Spotify

Spotify è uno dei servizi di streaming musicale migliori in assoluto. Disponibile su parecchie piattaforme, la start-up svedese ha avuto il merito di intuire le esigenze del mercato e sfruttarle creando una realtà solida.

Leggi Anche:  Conosci La Classificazione Delle Voci?

Ma soprattutto ha plasmato una tendenza con le giuste tempistiche, trasformando per sempre il modo in cui la massa ascolta la musica e la ascolterà negli anni a venire.

L’innovazione

Peter Shapiro, un imprenditore quarantatreenne, regista e produttore newyorkese si è lanciato in un nuovo progetto. Ha fondato un social network per veri fan. Il ragionamento da cui Shapiro è partito, così come lo ha descritto al New York Times, è partire da una vera piattaforma per fan.

Ecco quindi Fans.com, attivo da qualche mese.

Come funziona

Ci sono voluti un paio d’anni perché Shapiro completasse la sua opera. Un social network che ci permette di entrare in contatto con utenti dai gusti musicali simili ai nostri.

Il primo passo consiste, naturalmente, nel creare il proprio account, registrandosi tramite Facebook o indirizzo email. Quindi si inizia a costruire il profilo. Si scelgono cinque artisti di cui diventare fan, i musicisti o cantanti preferiti. Si possono ricercare per nome e ci sono proprio tutti, dai Beatles, ai cantanti meno conosciuti.

Ci sono pure Gianni Morandi e Lucio Dalla. Poi, per ciascuno degli artisti scelti si può selezionare uno o più concerti ai quali si è stati. Ogni utente crea così la propria “storia di concerti” come si legge sulla homepage di Fans.

Per ogni evento è possibile caricare foto, video, commenti. È possibile individuare e interagire con utenti che sono stati allo stesso concerto.



Perché la musica da oggi in poi viaggerà solo sui social?
5 (100%) 8 votes

Prima di completare la registrazione, c’è un ulteriore passo da fare. Bisogna inserire il Cap in modo che Fans possa avvisarti se e quando uno dei tuo cantanti preferiti annuncia un concerto nelle vicinanze.

Concludendo

Credi sia ancora tutto merito dell’improvvisazione o si tratta di un duro e spietato marketing?

E’ chiaro che il cambiamento è epocale e paradossalmente la Tv e riviste di settore, se ancora esistono, si trovano costrette a rincorrere gli artisti su queste nuove piattaforme.  E infatti si guarda avanti.

Dalla musica si può passare allo sport o al cinema. Perché la musica, ma non solo da oggi in poi viaggerà solo sui social!

Isabella Granno'

Aspetta! Non Correre! C'è altro da leggere!

2 pensieri su “Perché la musica da oggi in poi viaggerà solo sui social?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *