“Amazon

Perché La Musica Suscita Emozioni?
4.9 (98%) 10 votes

Aristotele diceva che la musica suscita emozioni e non va praticata solo per ricavarne un beneficio personale, ma per usi molteplici.  

In primo luogo può servire per l’educazione. Per procurare la catarsi intesa come purificazione liberatoria dalle passioni umane così come l’arte drammatica e la tragedia. E in terzo luogo per ricreazione, oppure stimolare il sollievo e il riposo dallo sforzo.

Attualmente la musica è prevalentemente presente in modo costante fra i giovani. I suoi scopi sono molteplici. Alcuni si isolano da ciò che li circonda per dare vita e corpo alle emozioni. Altri sfogano alcune emozioni provocate.

Una manifestazione quasi palpabile di ciò che ci si sente dentro. Ed è nel profondo che prende vita, che si origina. Puoi solo modellarla a tuo piacimento.

Scopo della musica

Non ha uno scopo preciso. Forse l’unico sempre presente è quello di fornire emozioni.

Leggi Anche:  Perché la musica da oggi in poi viaggerà solo sui social?

Quante volte ti è capitato di avere i brividi.

Di rivivere certi momenti solo sentendo una canzone, o un pezzetto di essa, oppure solo un motivo?

Quante volte ti è capitato di avere i brividi, o di rivivere certi momenti solo sentendo una canzone?
Quante volte ti è capitato di avere i brividi, o di rivivere certi momenti solo sentendo una canzone?

La musica ha lo strano potere di catturare gli attimi e farli rivivere ogni volta che si vuole. Questo avviene anche molte volte inconsciamente.

Riesuma eventi accaduti molto tempo fa, che al momento non hai presente oppure che comunque non riaffiorerebbero nella tua mente. Ma non è solo questo: è poesia, arte, terapia, racconti.

“Visita

Quando compongo una canzone, costruisco una base e un ritmo a ciò che voglio esprimere. Per questo esistono diversi generi e modi d’interpretazione.

Leggi Anche:  Se Non Conosci Le Tecniche Vocali, Taci!

La musica suscita emozioni, è qualcosa che esiste da sempre ed è presente in natura. Questa è la sua vera manifestazione. Ascolta i suoni della natura.

Una goccia d’acqua che nella sua caduta passa tra le fronde di un albero e s’infrange su di un masso, o a terra, accompagnata dal fruscio del vento fra gli alberi.

Oppure le onde del mare che s’infrangono leggere o violente sugli scogli, o sulla riva ritraendosi e riformandosi. Queste sono manifestazioni di musica naturale.

Puoi confondere con il rumore o non prenderle nemmeno in considerazione. Viene chiamata musica del silenzio.

Molti non la considerano vera e propria musica lo ammetto, ma se l’insieme di più suoni genera la musica, allora questa lo è.

Puoi chiamarla primitiva ed usarla a scopo terapeutico.

I suoni rilassanti ti possono aiutare a riprodurre certe situazioni in modo da estraniarti completamente dal luogo in cui ti trovi. Ti aiutano a ritrovare una certa pace interiore e a distendere i nervi e rilassarti.

Ad esempio certi canti e certe musiche hanno funzioni ben lontane da quelle più gettonate e attuali. Hanno una delle funzioni più antiche, quella sacra. Sono un tramite, un omaggio alla divinità.

La musica ha lo strano potere di catturare gli attimi e farli rivivere ogni volta che si vuole.
La musica ha lo strano potere di catturare gli attimi e farli rivivere ogni volta che si vuole.

La musica è stata usata anche a scopo educativo, non solo ai tempi di Aristotele, ma lo è anche attualmente.

“Fai

Mi riferisco alle canzoni presenti nei cartoni animati, che hanno un loro fine educativo, anche se i bambini ancora non lo comprendono.

Certi testi portano a una meditazione riflessiva.

Leggi Anche:  Perché siamo tutti pazzi per gli anni ottanta?

Concludendo

La musica suscita emozioni ed è un’arte che va scoperta e fatta propria. Quando ti immergi completamente in alcune canzoni e melodie riscopri nuove e vecchie emozioni. Questo è ciò che avviene attualmente fra i ragazzi, perché in fondo, hai una colonna sonora di pensieri ed immagini.

Il suo più grande scopo è quello di farti evadere in una dimensione personale, dove i ricordi e le fantasie più nascoste prendono vita.


Isabella Granno'

FAI SENTIRE LA TUA VOCE!

Cosa ne pensi di questo Articolo? Hai un tuo pensiero in merito? Condividi quanto è stato detto oppure la pensi diversamente?
Fai conoscere agli altri il tuo parere. Inserisci il tuo commento qui sotto!
Iscriviti al mio canale Youtube
Aspetta! Non Correre! C'è altro da leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *